Crea sito

Nasce antennamaestra.it: blog che unisce l’informazione digitale ad una tradizione antichissima

da 2, Giu, 2020Intro

I 3 motivi per i quali creare un blog di informazione, nell’era del digitale, è una buona idea.

Cos’è Antennamaestra? un blog che connette l’informazione digitale alla antichissima tradizione di pesca “a Trabucco”, uno spazio online che analizza ed approfondisce i temi più dibattuti e quelli meno noti, aggiorna sugli ultimi eventi e pubblica le news più significative mantenendo lo sfondo fascinoso di un Trabucco da pesca.
La corrente convinzione che pervade buona parte degli utenti sul web quando sentono parlare di blog, porta loro ad associare questo termine (nato nel 1997 negli USA e che ha visto il proprio exploit nel primo decennio degli anni duemila) esclusivamente ad un diario online. In effetti, aprire un blog ha significato, per lungo tempo ed a ragione, esclusivamente questo: blog = web + log = diario online, ovvero nient’altro che una pagina web in cui incamerare le proprie riflessioni ed opinioni per poterle poi condividere con gli altri utenti ed ottenere dei feedback.
Questa convinzione, per fortuna, è stata oggi quasi del tutto superata: il rinnovarsi continuo del mondo della comunicazione che corre via internet, soprattutto con l’arrivo dei social e degli smartphone, ha quasi totalmente rimodellato il concetto di blog, che da semplice cassetto virtuale in cui riporre la propria vita, si è evoluto in un vero e proprio sito (o insieme di siti) online (“dominio” in gergo digitale) al quale collegarsi non solo per svago, per curiosità, ma anche per informarsi, conoscere e condividere i fatti.

L’unico fattore imprescindibile (d’altronde nell’era di Facebook e di Google non potrebbe essere altrimenti) è rimasto, appunto, la condivisione. Al giorno d’oggi tutto ciò che viene condiviso sul web corre molto più velocemente perché può essere visualizzato e commentato, potenzialmente, da milioni di utenti. Dobbiamo provare ad immaginare una news diffusa via web come una slitta lanciata su una pista scoscesa, che acquista sempre più velocità. E’ importante, perciò, sapere come collaudarla, direzionarla ed eventualmente frenarla qualora diventasse un pericolo.
Incamerata nella mente questa breve premessa, sono principalmente 3 gli interrogativi che mi sono posto, e ai quali ho cercato di fornire una risposta più coerente possibile, prima di convincermi definitivamente che Antennamaestra fosse un passo giusto da compiere: il primo è: Perchè?. Per passione, innanzitutto, ma anche per tentare la curiosa impresa di fondere insieme due concetti che apparentemente in comune non hanno nulla, nemmeno la materia di cui sono fatti, essendo stati ideati a distanza di decenni: sto parlando dell’informazione digitale e della tradizione di pesca a Trabucco (sul quale uscirà prossimamente un approfondimento). Simbolo del XXI secolo, la prima; richiamo alla tradizione, alla fatica concreta dell’uomo, il secondo. Creare un sito di informazione, opinione, approfondimento e breaking news nel 2020 ponendo sullo sfondo una macchina da pesca potrebbe sembrare uno scherzo, mentre in realtà sono molti gli aspetti in comune. Quali? Vi invito a visitare www.antennamaestra.it per scoprirlo.
Il secondo interrogativo è: Per Chi?”. Per chi abbia il desiderio, la curiosità, la volontà di informarsi e contribuire nel creare una community consapevole di ciò che legge. Nessuna presunzione, nessun fatto dato per scontato, chiunque ha il diritto di opinione, ma anche il dovere morale di verificare le fonti di informazione prima di esprimerle.
Terzo ed ultimo è: Perchè no?”. La risposta è più facile da intuire che da spiegare. È vero, oggi ci sono migliaia di blog, siti di informazione, e chi più ne ha più ne metta. Antennamaestra non vuole sostituirsi (anche perché sarebbe da sciocchi il solo pensarlo) a fonti rinomate ed autorevoli come possono essere i siti web di famosi quotidiani online, o i blog di successo internazionale come quello di Salvatore Aranzulla (Magari! Verrebbe da dire). Piuttosto, da questi colossi, si vuole prendere spunto, estrapolare informazioni e motivi di approfondimento e dibattito, ampliando o restringendo il proprio raggio d’azione a seconda delle necessità e dell’importanza di determinati contenuti. Un occhio di riguardo, ovviamente, si riserverà al territorio garganico e a quello milanese, i due mondi che fino ad oggi ho avuto il piacere di vivere, apprezzare e rapportare tra loro.

Ad oggi Antennamaestra resta solo un piccolo progetto che non solo ha l’ambizione di unire informazione digitale e tradizione, ma nel concreto di voler informare ed analizzare insieme all’utente gli argomenti ancora poco approfonditi, poco spiegati, poco chiari, e non mancherà di parlare dei fatti nel vortice del ciclone mediatico. Lo farà provando a seguire tre semplici principi: chiarezza, trasparenza e verifica delle fonti, mirando a diventare, quindi, una sorta di strumento con il quale attingere le migliori novità dal mare della rete.

Vi aspetto online!

                                                                                     Giuseppe Marino

AUTORE

Trabucco, Antenna, 5g, maestra, Peschici, Gargano, Italia, graduatorie

Giuseppe Marino

Laureato in Lettere Moderne presso l’Università degli Studi di Milano.  Sono appassionato di web writing e giornalismo online, ma sento sempre vivo in me il richiamo delle antiche tradizioni di famiglia. L’amore viscerale di mio nonno per il suo Trabucco da pesca è qualcosa che mi ha sempre affascinato ed incuriosito. Con le dovute proporzioni, vorrei tentare la singolare impresa di applicare la sua filosofia al mio sito web.

SEGUI ANTENNAMAESTRA